Mutty Libreria e spazio culturale
Mercury The Exhibition

Mercury The Exhibition

Il collezionismo è sempre una storia d’amore, curiosità e talvolta mania

  • Quando: 19/4/2019 - 20/4/2019, 20:30 - 20:00.
  • Dove: Mutty, a Castiglione Delle Stiviere in Viale Maifreni, 54.

Mutty ha il piacere di ospitare la mostra-tributo “MERCURY THE EXHIBITION” a cura di Fabio Alessandria, Patrick Menozzi e Carlo Pinzi.

Questo progetto, che raccoglie ed espone anni di collezionismo legato alla band dei Queen, nasce principalmente da un’amicizia e da una passione e per raccontarlo è doveroso farlo attraverso le parole dei tre curatori.

Ecco la loro STORIA:

“Il collezionismo è sempre una storia d’amore, curiosità e talvolta mania. Ma, come tenta di far comprendere questa esposizione, a volte dietro il collezionismo si cela la storia di un’adolescenza in comune o, più semplicemente, di un’amicizia vera.
Di Freddie Mercury, nato Farrokh Bulsara, in questi mesi si è parlato tantissimo, soprattutto per il successo planetario di “Bohemian Rhapsody” , il film sui Queen.
Noi cerchiamo di comprendere il personaggio Mercury, di conoscerne i retroscena, la vita privata, la visione artistica da almeno trent’anni. E, da osservatori di lunga data, ci è sembrato che la pellicola, per quanto spettacolare e coinvolgente, non renda onore al personaggio poliedrico, geniale, egocentrico e intelligentemente ironico che noi abbiamo imparato a conoscere.
Senza sminuire i risultati ottenuti dal film, che ha portato una nuova generazione di pubblico sulle tracce di Freddie, ci proponiamo in questa esposizione di approfondire la personalità dell’artista e raccontarne la storia in modo più completo. Vi proponiamo quindi un racconto che è il risultato della nostra storia di fan e collezionisti.
Prima dell’avvento di Internet verificare un aneddoto significava mettere in conto settimane di ricerche incrociate, per ascoltare un album di importazione occorreva attendere un mese, per
vedere immagini video di buona qualità bisognava avere ottime conoscenze e attrezzature di ultima generazione.
Non è così un caso che la nostra amicizia sia nata tra i banchi di scuola, riconoscendosi a canticchiare un ritornello noto. La rete di amicizie diventava rete di informazioni e opportunità da
sfruttare fino al midollo, tanto più se il soggetto delle attenzioni era Freddie: un personaggio più chiacchierato di Lady Diana, che si vantava con orgoglio di “avere avuto più amanti di Liz Taylor”.
Freddie Mercury è da sempre la colonna sonora della nostra vita: di lui volevamo sapere tutto e abbiamo iniziato quasi per caso a collezionare fotografie, merchandising, prime edizioni in vinile, 45 giri, libri, autografi, oggetti di scena e tutto ciò che testimoniasse una vita tanto straordinaria.
Abbiamo fatto viaggi in treno per un autografo, vacanze studio solo per raggiungere un mercatino, spedito parenti ad eventi solo per ottenere una locandina. Siamo per fino arrivati a commettere reato, rubando la posta di Garden Lodge, l’elegantissima casa vittoriana nel centro di Londra che
Freddie acquistò nei primi anni ’80 e in cui ha vissuto fino alla fine.
La tragica morte per AIDS, considerata da qualcuno una punizione divina per lo stile di vita rock’n’roll (vi invitiamo a leggere i nostri quotidiani inglesi dell’epoca) non ha fatto altro che aumentare la nostra curiosità e devozione. Ed è così che la voce del messaggero degli dei è diventata anche “voce di congiunzione” e mastice inossidabile di un’amicizia che dura ancora oggi.

Il risultato di trent’anni di ricerche e passione è stato selezionato per offrirvi questa esperienza.
Speriamo possa piacervi e che il dio Mercurio possa apprezzare il magnanimo sforzo in questi mesi in cui si è tornato a parlare così tanto di lui.

Fabio, Patrick, Carlo. ”

> ORARI:
La mostra inaugura venerdì 19 aprile alle ore 20.30 e sarà visitabile fino a sabato 20 alle ore 20.

Per informazioni:
info@mutty.it
0376-639921

Ingresso libero!